Fase 2 e moda: commessi personali e ripensamento dei tempi di produzione

(Teleborsa) – Commessi personali, nessun affollamento e stop alla sovrapproduzione di capi d’abbigliamento. La fase 2 pone molti interrogativi sui cambiamenti che dovranno approntare ai propri negozi e alle proprie boutique i commercianti, ma spinge anche ad una riflessione più generale sull’industria della moda. Oltre a rivedere gli spazi dei negozi mettendo a disposizione dei commessi personali e evitare affollamenti per garantire il distanziamento sociale, è anche necessario fermare la sovrapproduzione di capi d’abbigliamento che, sino ad oggi, hanno avuto una loro stagionalità, dettata dalle passerelle, dalla moda sempre “più fast” e meno attenta alla qualità dei prodotti. È questa l’opinione di Vittorio Chalon, proprietario del marchio TheCorner.com dal 2017.

Con un occhio di riguardo al mondo che sta cambiando a causa dell’emergenza Covid-19 anche la moda si deve adeguare, mostrando maggiore rispetto nei confronti dell’ambiente per evitare gli sprechi – ha spiegato l’imprenditore – per questo, all’interno dei nostri negozi fisici e sull’e-commerce TheCorner.com sarà possibile acquistare i capi della collezione primaverile disponibili per più tempo, così da dare respiro alle produzioni e permettere di smaltire gli abiti con più facilità. “L’obiettivo – spiega Chalon – è dare valore al lavoro delle singole case di moda e ai loro dipendenti: dobbiamo intendere la moda come arte e processo creativo che richiede il suo tempo”.

E aggiunge: “Presso le nostre boutique sarà sempre garantita la sicurezza ai clienti, i quali avranno a disposizione tutto il tempo che desiderano per scegliere i propri abiti, con la possibilità di consegna direttamente a casa”. Per Chalon “è quindi opportuno sostenere con più forza l’industria della moda, in quanto rappresenta una delle eccellenze del ‘made in Italy’ nel mondo, un comparto strategico per l’economia del Paese da rilanciare grazie all’aiuto di tutti, dai produttori ai consumatori”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fase 2 e moda: commessi personali e ripensamento dei tempi di produzio...