Fare la spesa è diventata un’opportunità di svago

(Teleborsa) – Andare a fare la spesa non è più un’attività che impegna pochi minuti della nostra vita, oggi giorno è diventata un’attività più complessa. Secondo i dati che emergono dalla Global Survey di Nielsen Retail Growth Strategies, eseguita su un campione di 30 mila individui distribuiti in 61 Paesi tra i quali l’Italia, il 36% degli italiani beve il caffè quando fa la spesa, il 18% coglie l’occasione per mangiare qualcosa.

“L’ampliamento dello spettro di esigenze relativo ai servizi offerti dal punto di vendita – ha dichiarato in una nota Giovanni Fantasia, amministratore delegato di Nielsen Italia – è un fenomeno che va interpretato alla luce del cambiamento radicale che sta investendo il mondo della grande distribuzione in questi anni. Ciò è ascrivibile all’impatto del mondo digitale e della Rete sulla compagine dei produttori e retailer. Il consumatore richiede nel momento dell’acquisto la possibilità di fare una “esperienza di valore”, quella shopping experience che permette di identificare nell’insegna i fattori che la distinguono dalle altre. La richiesta di servizi aggiuntivi, come uffici postali, luoghi di ristorazione, stazioni di rifornimento si colloca dunque all’interno di un quadro competitivo più ampio, che vede il momento dell’acquisto sempre più costituito da una molteplicità di fattori. Questo è tanto più vero in Italia, rispetto agli altri Paesi europei, visto che il consumatore considera l’andare a fare la spesa come piuttosto che un obbligo da adempiere”.

Questa affermazione è avvalorata dai risultati dell’indagine, secondo la quale il 29% degli italiani vorrebbe potere usufruire di servizi postali quando fa la spesa al supermercato, il 27% di una farmacia, il 25% del benzinaio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fare la spesa è diventata un’opportunità di svago