Falck Renewables rinegozia con banche finanziamento a 195 milioni

(Teleborsa) – Il Gruppo Falck Renewables, attraverso la sua controllata Geopower Sardegna., ha rinegoziato il contratto di finanziamento in Project Financing “non-recourse” da 168,1 milioni di euro, aggiungendone ulteriori 26,9 milioni, per un totale di 195 milioni di euro.

Geopower Sardegna S.r.l. possiede Il parco eolico da 138 MW, situato nei comuni di Buddusò e Alà dei Sardi in provincia di Olbia/Tempio Pausania (Sardegna), in esercizio dal 2011, genera circa 330 GWh di energia elettrica “green”, con un risparmio di emissioni di anidride carbonica pari a circa 180.000 tonnellate/anno.

La rinegoziazione del contratto di Project Financing “non recourse” è stata eseguita con un pool di dodici banche: Banca Popolare di Sondrio S.c.p.a, BANCO BPM S.p.A, BNP PARIBAS (Filiale Italiana), Crédit Agricole Corporate and Investment Bank (Milan Branch), Crédit Agricole Cariparma S.p.A, Credito Valtellinese S.p.A, ING Bank N.V. (Filiale di Milano), MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A, Société Générale (Filiale di Milano), The Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ, Ltd., UBI BANCA S.p.A e UniCredit S.p.A.

Il rifinanziamento con scadenza a giugno 2027, presenta migliori condizioni del precedente: il margine sul tasso d’interesse è stato ridotto del 40% e genererà un risparmio sulla durata del prestito di circa 5,6 milioni di euro, anche tenendo conto del maggior importo del debito.

Il rifinanziamento di Geopower ridurrà il tasso medio ponderato d’interesse del Gruppo Falck Renewables da 4,25% a 3,95%, considerando gli attuali valori dell’Euribor.

Falck Renewables rinegozia con banche finanziamento a 195 milioni