Fairchild Semiconductor mette le ali grazie ad un’offerta d’acquisto

(Teleborsa) – Grande giornata per Fairchild Semiconductor International, che sta mettendo a segno un rialzo del 6,25% al Nasdaq, dopo aver ricevuto un’offerta non sollecitata, trainando al rialzo l’intero comparto chip USA.

Secondo i dettagli, sarebbero stati messi sul piatto 2,46 miliardi di dollari, pari a 21,70 dollari per ogni azione della compagnia statunitense di semiconduttori, con sede a San Josè in California.

L’azienda fondata nel 1957, pioniere nella costruzione di circuiti integrati e transistor, ha reso noto che valuterà attentamente e prenderà in considerazione la proposta ricevuta e che resterà soggetta all’accordo di fusione siglato con la controllata tedesca di ON Semiconductor Corporation.

Dal punto di vista operativo, il confronto del titolo con lo S&P 400, su base settimanale, mostra la maggiore forza relativa di Fairchild Semiconductor International rispetto all’indice, evidenziando la concreta appetibilità del titolo da parte dei compratori.

Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 20,9 dollari USA, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 20,6. L’equilibrata forza rialzista di Fairchild Semiconductor International è supportata dall’incrocio al rialzo della media mobile a 5 giorni sulla media mobile a 34 giorni. Per le implicazioni tecniche assunte dovremmo assistere ad una continuazione della fase rialzista verso quota 21,19.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Fairchild Semiconductor mette le ali grazie ad un’offerta d’acquisto
Fairchild Semiconductor mette le ali grazie ad un’offerta d̵...