Facebook raggiunge 1.000 miliardi di capitalizzazione con bocciatura cause antitrust

(Teleborsa) – Facebook spicca il volo al Nasdaq e raggiunge la fatidica soglia dei 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione, unendosi ad altre big tecnologiche che hanno già sfondato il tetto di un trilione di capitalizzazione. Il titolo ha b concluso la seduta di ieri a 358 dollari, in rialzo del 4,3%, spinto dalla decisione del Tribunale di Washington che ha bloccato due cause antitrust contro la società di Mark Zuckerberg.

Le due cause, una promossa direttamente dall’antitrust americana, la Federal Trade Commission, avevano a che fare con l’accusa di posizione dominante e con l’acquisto di Whatsapp ed Instagram, di cui si chiedeva addirittura l’annullamento. La big di Menlo Park invece ha trionfato e per ora si è messa al riparo da ritorsioni antitrust.

A proposito dell’azione promossa dalla FTC per l’abuso di posizione dominante, i giudici hanno ritenuto che non fosse stato dimostrato adeguatamente che Facebook controlla oltre il 60% del mercato “personal social networking”. E’ stato poi rilevato che il servizio è gratuito, ma consente al colosso di Zuckemberg di incamerare dati personali degli utenti. Una bocciatura parziale, quindi, che consente all’antitrust americana di proporre appello avverso la sentenza.

L’altro caso è stato promosso da ben 48 Stati USA, guidati dal Procuratore generale dello Stato di New York Letitia James, contro l’acquisizione di Whatsapp ed Istagram avvenute nel 2012 e 2014. I giudici hanno bocciato totalmente il ricorso, valutando che i termini fossero scaduti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Facebook raggiunge 1.000 miliardi di capitalizzazione con bocciatura c...