Export regioni italiane in crescita del 2,3% nel 2019

(Teleborsa) – Nel 2019 l’export delle regioni italiane è cresciuto (+2,3%) a ritmi inferiori rispetto al 2018 e con dinamiche molto differenziate a livello territoriale: per il Centro si conferma una crescita molto sostenuta (+12,7%), cui contribuisce, in particolare, il forte aumento delle vendite verso i mercati extra Ue; per Sud (+2,7%) e Nord-est (+2,3%), la crescita dell’export è in linea con la media nazionale; per il Nord-ovest si registra una flessione (-1,2%), dopo due anni di crescita e per le Isole (-9,7%) una significativa flessione, determinata principalmente dal calo delle vendite dei prodotti della raffinazione.

Le esportazioni di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici dal Lazio e dalla Lombardia, e le vendite di articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili e di metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti dalla Toscana contribuiscono per 1,9 punti percentuali alla crescita tendenziale dell’export nazionale nel 2019.

E’ quanto rileva l’ultimo rapporto dell’istat sull’andamentio dei flussi commerciali delle regioni italiane, segnalando che nel quarto trimestre 2019 si stima una crescita congiunturale delle esportazioni per il Nord-est (+3,0%) e il Centro (+1,9%), un lieve calo per il Sud e Isole (-0,1%) e una più ampia flessione per il Nord-ovest (-1,8%).

Nell’anno 2019, tra le regioni più dinamiche all’export, si segnalano Toscana (+15,6%), Lazio (+15,3%), Molise (+11,7%), Puglia (+9,1%) e Campania (+8,4%). Diversamente, si registrano ampi segnali negativi per Basilicata (-16,0%), Calabria (-15,3%) e Sicilia (-14,1%) e cali di relativa minore entità per Liguria (-6,5%), Valle d’Aosta (-5,4%) e Piemonte (-3,5%).

Nel 2019, un impulso positivo alla crescita dell’export nazionale proviene dalle vendite della Toscana verso la Svizzera (+108,8%), della Lombardia e del Lazio verso gli Stati Uniti (+12,3% e +30,4% rispettivamente) e dell’Emilia Romagna verso il Giappone (+86,9%).

Nell’analisi provinciale dell’export, si segnalano le performance positive di Firenze, Arezzo, Milano, Latina, Bologna, Roma e Frosinone. I maggiori contributi negativi provengono da Siracusa, Torino, Varese e Potenza

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Export regioni italiane in crescita del 2,3% nel 2019