Exploit di Indra

(Teleborsa) – Protagonista la multinazionale spagnola operante nel settore IT, che mostra un’ottima performance, con un rialzo del 3,30%. A dare manforte agli acquisti, la notizia che l’Agenzia spaziale europea (ESA) ha aggiudicato alla multinazionale spagnola Indra lo sviluppo dell’ IMBU Mk4 (Integrated Modem and Baseband Unit), una componente chiave per la il monitoraggio e verifica delle comunicazioni della rete ESTRACK, utilizzata dall’ESA per le comunicazioni dei satelliti e delle missioni spaziali. Indra consegnerà nel 2017 la prima delle dieci unità previste.

Su base settimanale, il trend del titolo è più solido rispetto a quello dell’Ibex 35. Al momento, quindi, l’appeal degli investitori è rivolto con più decisione a Indra rispetto all’indice di riferimento.

La tendenza di breve dell’azienda spagnola leader nel campo dell’IT è in rafforzamento con area di resistenza vista a 10,5 Euro, mentre il supporto più immediato si intravede a 10,06. Attesa una continuazione della tendenza al rialzo verso quota 10,95.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Exploit di Indra