Ex Ilva, Sindacati proclamano sciopero il 23 aprile

(Teleborsa) – Fim, Fiom e Uilm di Taranto hanno proclamato uno sciopero di 24 ore dei lavoratori dell’ex Ilva per venerdì 23 aprile. E’ prevista anche una manifestazione davanti alla sede del ministero dello Sviluppo economico.

“Bisogna far sentire la voce dei lavoratori, stanchi di subire anni di mancate scelte da parte dei Governi che si sono susseguiti – dicono in un comunicato unitario – senza mai programmare un futuro di rilancio dello stabilimento di Taranto, sia in termini ambientali che occupazionali”. I sindacati chiedono di “avviare da subito un confronto con le parti sociali per costruire un futuro, attraverso anche i fondi del Recovery Fund, e porre fine a questa estenuante vertenza ormai lunga oltre un decennio”.

Dal sequestro preventivo dell’area a caldo “continuiamo ad assistere a continui rinvii e modifiche di piani industriali e ambientali – proseguono Fim, Fiom e Uilm – che determinano una destabilizzazione nella conduzione e gestione della fabbrica. La situazione diventa sempre più insostenibile. Non si può continuare a vivere in un clima di assoluta incertezza”.

I sindacati di categorie dicono no ai licenziamenti discriminatori. Chiedono, tra le priorità, di accelerare per favorire l’ingresso di Invitalia nel capitale necessario a garantire il processo di risanamento ambientale e la piena occupazione; l’individuazione di risorse economiche dedicate esclusivamente alla realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e l’introduzione di misure a salvaguardia della salute dei lavoratori e dei cittadini.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ex Ilva, Sindacati proclamano sciopero il 23 aprile