Ex Ilva, sciopero e tavolo al MiSE

(Teleborsa) – Giornata ad altissima tensione sul dossier ex-Ilva. Oggi, martedì 9 giugno, sciopero di 24 ore in tutti gli stabilimenti dell’ex Ilva contro il nuovo piano industriale presentato da Arcelor Mittal. Intanto, a Taranto, i lavoratori sono in presidio fuori lo stabilimento in attesa dell’avvio del tavolo, alle 10 a Roma, tra i sindacati e il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli.

Fim, Fiom e Uilm respingono al mittente il nuovo piano che prevede, tra l’altro, circa 5mila esuberi tra dipendenti diretti e lavoratori in capo all’amministrazione straordinaria. I sindacati delle tute blu giudicano “inaccettabile” l’atteggiamento del Governo che “continua a trattare con Arcelor-Mittal, una controparte che ha dato dimostrazione di essere un soggetto inaffidabile, che non rispetta gli impegni sottoscritti continuando a rinviare gli investimenti sulle innovazioni tecnologiche e non garantendo la manutenzione degli impianti”.

Domani, mercoledì 10 giugno, dopo il Tavolo al Ministero dello Sviluppo economico, si terrà un nuovo consiglio di fabbrica “per assumere iniziative di mobilitazione affinchè sia chiaro “che il sindacato non resterà a guardare” e anzi mette sul piatto sette punti programmatici, il primo dei quali è la richiesta di togliere dal campo qualsiasi ipotesi di licenziamento.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ex Ilva, sciopero e tavolo al MiSE