Ex Ilva, Orlando: a Cornigliano l’azienda ha rifiutato la richiesta di evitare la CIG ordinaria

(Teleborsa) – Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha dichiarato che è intervenuto per evitare l’avvio della procedura di cassa integrazione ordinaria per i lavoratori dell’ex Ilva di Cornigliano ma che la sua richiesta è stata rifiutata dall’azienda. “È evidente che tra le priorità della proprietà attuale non c’è quella di far diminuire la tensione sociale. Ho chiesto che si soprassedesse, la risposta non è stata accolta”, ha spiegato al termine dell’incontro con i sindacati e gli enti locali in prefettura a Genova sul futuro dello stabilimento genovese. “Siamo nell’ambito del galateo istituzionale – ha aggiunto il ministro – quando si passerà ad esaminare la congruità del provvedimento, cosa che il ministro può fare solo quando la cassa è stata attivata con le risorse proprie, vedremo se ci sono gli strumenti per contestare quella scelta”.

“C’è la volontà del governo di investire sull’acciaio“, ha garantito Orlando sottolineano che lo stabilimento di Genova mantiene una !dimensione strategica e che saremo impegnati a mantenere questa dimensione”. Nel frattempo, l’assemblea dei lavoratori riunita questa mattina davanti ai cancelli della fabbrica ha deciso per la prosecuzione della mobilitazione, con l’obiettivo di ottenere la sospensione della procedura. Alla riunione in prefettura non ha preso parte la Fiom Cgil, che ieri sera in una nota ha definito l’incontro “tardivo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ex Ilva, Orlando: a Cornigliano l’azienda ha rifiutato la richie...