Evergrande manca il terzo round di pagamento cedole

(Teleborsa) – Per la terza volta in tre settimane, Evergrande ha mancato il pagamento di cedole su bond. Alcuni obbligazionisti hanno detto di non aver ricevuto pagamenti di cedole per un totale di 148 milioni di dollari relativi ai bond di aprile 2022, aprile 2023 e aprile 2024 del colosso cinese che ha come maggior business lo sviluppo immobiliare. Ciò segue il mancato il pagamento di due coupon su bond da 83,5 milioni e da 47,5 milioni di dollari nelle scorse settimane.

Crescono quindi le preoccupazioni per la sorte del gruppo cinese e i rischi di contagio per il settore immobiliare, visto che quando sarà superato il periodo di tolleranza di 30 giorni scatterà il default. Nonostante la Banca centrale cinese abbia immesso altra liquidità nel sistema finanziario per calmare i nervosismi alimentati dalla crisi di Evergrande, le autorità cinesi non dovrebbero intervenire direttamente per salvare il gruppo.

Intanto, l’unità di veicoli elettrici del gruppo (China Evergrande New Energy Vehicle) ha affermato che le sue prime auto usciranno dalla linea di produzione il prossimo anno. Nonostante non abbia ancora consegnato nemmeno un veicolo, la società punta a vendere 1 milione di auto a marchio Hengchi entro il 2025.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Evergrande manca il terzo round di pagamento cedole