Eurozona, sorpende l’attività economica a settembre

(Teleborsa) – L’economia dell’Eurozona sorprende in positivo a settembre, confermandosi in espansione.

Nel mese in esame, segnala Markit nella stima flash, il PMI manifatturiero è migliorato a 58,2 punti rispetto ai 57,4 di agosto, battendo le stime degli analisti che avevano prospettato un dato a 57,1 punti.

In calo invece il settore servizi, con il relativo PMI delle attività terziarie a 55,6. Il dato sorprende le attese, che erano per un mantenimento del livello di agosto (54,7 punti).

Come conseguenza, il PMI Composito si porta a 56,7 punti rispetto ai 55,7 di agosto. Anche in questo caso il valore sorprende le stime, che si erano espresse per un livello invariato rispetto al mese precedente.

Risultati per la manifattura che vengono definiti da Chris Williamson , Chief Business Economist presso IHS Markit, come “di buon auspicio”. L’economista però avverte che “L’aumento dell’attività unito all’accumulo della pressione sui prezzi alimenterà le aspettative di un imminente annuncio della BCE nel voler riconsiderare la politica di emissioni degli stimoli, riducendo quindi l’acquisto di beni finanziari per il 2018.”.

Eurozona, sorpende l’attività economica a settembre