Eurozona, settore manifatturiero cresce al valore più alto in sei mesi

(Teleborsa) – Riprendono vigore le imprese manifatturiere dell’Eurozona. Nonostante la grande disparità tra la Germania e la Francia, il settore manifatturiero cresce al valore più alto in sei mesi.

A giugno, l’Indice Markit PMI manifatturiero dell’Eurozona è salito a 52,8 punti dai 52,6 della stima flash e dai 51,5 di maggio. La crescita è riportata in tutte le nazioni ad eccezione della Francia dove è sceso a 48,3 punti dai 48,4 di maggio.

A livello nazionale, ancora una volta la Germania ha assistito ad una crescita. Secondo l’Indice Markit PMI Germania il valore sale a 54,5 punti dai 52,1 di maggio, attestandosi sul livello più da gennaio 2012.

In Italia, a maggio rallenta al tasso più basso in tre mesi la crescita manifatturiera, attestandosi a 52,4, diminuendo dai 53,9 di
aprile. L’indice ha riportato il valore più basso da febbraio.

Commentando i dati, Chris Williamson, Chief Economist presso Markit ha dichiarato: “I manifatturieri dall’area euro a giugno hanno beneficiato della maggiore crescita dell’anno in corso. Un aumento della crescita del tasso di produzione segnala come la produzione si sta espandendo con un tasso annuo di quasi il 2%. Ciò dovrebbe favorire ulteriori modeste crescite dell’economia durante il secondo trimestre. Anche i nuovi ordini nazionali e le esportazioni, incluso il commercio intra Eurozona, hanno riportato aumenti a tassi più veloci, incoraggiando quindi una gradita crescita delle assunzioni del personale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, settore manifatturiero cresce al valore più alto in sei mes...