Eurozona, rallenta lievemente la crescita a settembre

(Teleborsa) – Il settore manifatturiero provoca il rallentamento della crescita economica dell’Eurozona nel mese di settembre, in cui l’indice ha segnato la più lenta espansione in quattro mesi. La lettura media dell’indice PMI Markit sia per la manifattura sia per i servizi permane in zona espansione (oltre i 50 punti).

L’indice finale composito della produzione nell’Eurozona scende a 54,1 punti appena al di sotto della stima flash e delle attese (54,2 punti). Il dato si mostra in contrazione rispetto al mese di agosto, quando si era attestato a 54,5 punti.

Torna a salire lievemente l’indice in Italia, che sale ai massimi da due mesi a 52,4 punti dopo i pessimi risultati raggiunti nei mesi precedenti. Male Francia (54 punti, minimo in 21 mesi) e soprattutto Spagna (52,5 punti, minimo in 58 mesi).

Ad agosto l’indice dei direttori d’acquisto delle attività terziarie nella Zona Euro è invece salito a 54,7 punti, mostrandosi in aumento dai 54,4 punti di agosto. Il dato risulta in linea con le attese e con la stima flash, che erano entrambe per 54,7 punti.

(Foto: Lukasz Kobus – © Unione Europea)

Eurozona, rallenta lievemente la crescita a settembre