Eurozona, peggiora il settore manifatturiero

(Teleborsa) – Dopo aver raggiunto a novembre il valore più alto in tre mesi, perde vigore a dicembre l’indice IHS Markit PMI, del settore manifatturiero dell’Eurozona. L’indicatore si attesta a 46,3 punti, in discesa dai 46,9 di novembre, ma leggermente meglio della precedente stima flash di 45,9, il PMI è rimasto al di sotto della soglia di non cambiamento di 50 per l’undicesimo mese consecutivo.

A sottolineare l’attuale debolezza della prestazione del settore, il PMI ha raggiunto una media trimestrale di 46,4 durante l’ultimo trimestre, valore questo invariato rispetto al livello più basso in quasi sette anni del precedente trimestre.

A livello nazionale, gli indici PMI di dicembre hanno indicato un indebolimento generale con sette nazioni sulle otto coperte dall’indagine Markit che hanno registrato PMI più bassi rispetto a novembre, con la sola eccezione dell’Austria dove la variazione è stata invariata.
Ancora una volta la Germania è stata la nazione a riportare i risultati peggiori, mentre il peggioramento osservato in Italia e nei Paesi Bassi è stato il maggiore in più di sei anni e mezzo. In Grecia invece la crescita è stata elevata, mentre un aumento marginale è stato osservato in Francia.

Sia la produzione che i nuovi ordini hanno continuato a riportare una forte contrazione a dicembre. Gli ultimi dati hanno mostrato l’undicesima diminuzione della produzione allo stesso tasso record in 81 mesi di settembre. I nuovi ordini ricevuti, nonostante la più debole contrazione delle esportazioni da inizio anno, sono inoltre diminuiti notevolmente.

Considerando tale forte contrazione del settore manifatturiero, “la sfida maggiore per l’Eurozona con l’approcciarsi del 2020 sarà quindi quella di tenere lontana una recessione economica in senso lato”, ha commentato Chris Williamson, Chief Business Economist presso IHS Markit.

(Foto: © iloveotto/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, peggiora il settore manifatturiero