Eurozona, migliora il clima economico ma la crisi raffredda i consumatori

Cresce la fiducia dell’economia di Eurolandia. A settembre l’indice che misura il sentiment è risultato pari a 105,6 punti, in salita rispetto ai 104,1 di agosto e al di sopra delle attese degli analisti che avevano stimato una conferma del livello del mese scorso.

Il dato è reso noto la Direzione Generale degli Affari Economici e Finanziari della Comunità europea (DG ECFIN), che segnala un’analoga risalita nel complesso dell’Unione Europea, dove l’indice del sentiment generale è cresciuto a 107,7 da 107 punti.

In un altro report, l’UE segnala anche un miglioramento a sorpresa del clima nel mondo degli affari.

Per quanto riguarda le componenti dell’indice per l’Eurozona, la fiducia dei consumatori peggiora (a -7,1 da -6,9), a causa delle preoccupazioni sulla crisi economica internazionale, che ha neutralizzato il clima positivo di inizio mese. Si deteriora anche quella del settore edile (a -23,3 da -22,7) a causa della mancata ripresa di ordini ed occupazione.

Il miglioramento è da attribuire dunque ad un più marcato sentiment positivo nel comparto dei servizi (+12,4 da +10,1%) e del commercio al dettaglio (+4,1 da +3,5) e ad un miglioramento del clima nell’industria (-2,2 da -3,7%), che si avvantaggia di una ripresa degli ordini. 

Fra le maggiori economie dell’Eurozona, i miglioramenti più forti si sono registrati in Italia, Germania e Olanda.

Eurozona, migliora il clima economico ma la crisi raffredda i con...