Eurozona, l’inflazione frena bruscamente e delude

(Teleborsa) – L’inflazione dell’Eurozona è attesa in frenata e sotto le attese a ottobre. E’ quanto emerge dai dati preliminari pubblicati oggi.

Secondo l’Ufficio statistico europeo (EUROSTAT), che oggi ha pubblicato la stima flash, l’inflazione è attesa all’1,4% su base tendenziale a fronte dell’1,5% del mese precedente. Il dato risulta inferiore alle attese che puntavano ad un dato stabile all’1,5%.

L’inflazione core – che esclude energia, cibo e tabacchi – è vista in rallentamento allo 0,9% rispetto all’1,1% del mese precedente e del consensus. Quella che esclude solo l’energia è vista rallentare all’1,2% dall’1,3%.

Tra le principali componenti dell’inflazione dell’Euro Area, i prezzi dei cibi, alcol e tabacchi dovrebbero aver riportato un incremento del 2,4% (contro il +1,9% precedente), quelli dei servizi una crescita dell’1,2% (in calo da 1,5%), mentre l’energia dovrebbe aver segnato una frenata al +3% dopo il +3,9% precedente.

Eurozona, l’inflazione frena bruscamente e delude