Eurozona, Lane esclude rischi fughe inflazione e surriscaldamento

(Teleborsa) – Il Capo economista della BCE esclude galoppate inflazionistiche o rischi di surriscaldamento dell’economia nell’area euro. Ma in un’intervista a Expansion, Philip Lane ribadisce che si sta attentamente monitorando l’andamento dei tassi di interesse di lungo termine, perchè se gli operatori di mercato si spingessero troppo rapidamente ad anticipare i futuri miglioramenti dell’economia questo potrebbe diventare “problematico”.

Il recente recupero delle attese sull’inflazione non è per forza negativo, avverte, perchè “mostra che sono molto meno probabili gli scenari che vedevano l’economia globale scivolare verso la deflazione”. Al tempo stesso “quello che vediamo non è un cambiamento significativo e permanente” e “un eccessivo inasprimento dei tassi” di mercato risulterebbe “incoerente con il contrasto allo shock pandemico”.

“Per questo abbiamo detto che vigileremo”. Sul rischio di surriscaldamento, invece “il dibattito è interessante sull’economia Usa, visti i nuovi stimoli ma non sull’Europa”, dice Lane, che pur avendo fatto tanto a sostegno dell’economia è lontana dal livello di interventi su cui ora sta spingendo Biden.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, Lane esclude rischi fughe inflazione e surriscaldamento