Eurozona, la crescita scivola ai minimi dell’ultimo anno e mezzo

(Teleborsa) – La crescita dell’Eurozona scivola ai minimi in quasi un anno e mezzo. E’ quanto rivela Markit secondo che spiega come l’indice Flash PMI Composito della Produzione dell’Eurozona si fermi a 52, 8 punti contro i 53,1 registrati a maggio .

Il valore è il minimo da 17 mesi a questa parte. La stima flash PMI delle Attività Terziarie dell’Eurozona è stimato a giugno a 52,4 punti contro i 53,3 di maggio. Valore minimo su 18 mesi.

La stima flash del PMI Manifatturiero sale a 52,6 (51, 5 a maggio). Valore massimo su 6 mesi, mentre il Flash PMI della Produzione Manifatturiera nella zona Euro arriva ad essere stimato a giugno a 53,8 (52,4 a maggio). Valore massimo su 6 mesi.

La Francia scivola sotto la soglia dei 50 punti che indica contrazione e precisamente a 49,4 punti dai 50,9 precedenti raggiungendo il valore più basso da quattro mesi a questa parte, la Germania con 54,1 punti dai 54,5 di maggio raggiunge la soglia più bassa da due mesi a questa parte. 

Commentando i dati, Chris Williamson, Chief Economist presso Markit ha dichiarato.” Pare che incertezze politiche abbiano causato il leggero indebolimento del tasso di crescita e il deterioramento delle prospettive circa l’attività futura. E’ probabile quindi che alla fine del secondo trimestre assisteremo ad un rallentamento della crescita economica sino a raggiungere un valore di circa 0,3%, dopo la forte crescita dello 0,6% osservata nel primo trimestre dell’anno. Una buona notizia è che la domanda cresce ad un tasso sufficientemente forte da poter sostenere ragionevolmente l’incremento del nuovo personale assunto, ma non forte abbastanza da generare pressioni inflazionistiche”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, la crescita scivola ai minimi dell’ultimo anno e mezzo