Eurozona, economia migliora con il Terziario che compensa flop Manifattura

(Teleborsa) – L’economia dell’Eurozona offre qualche spunto positivo, grazie soprattutto alla ripresa del settore Terziario, che torna a correre, mentre resta al palo il comparto manifatturiero, che risente maggiormente della disputa commerciale globale. E’ la fotografia scattata dagli indici PMI dei servizi e composito di ottobre elaborati Markit.

Ad ottobre l’indice PMI composito nell’Eurozona si porta a 50,6 punti, rafforzandosi rispetto ai 50,2 punti della stima preliminare ed ai 50,1 del mese precedente. Il dato, inoltre, supera le attese che erano per un valore di 51,8 punti.

Il miglioramento è da attribuire perlopiù al PMI dei servizi, che migliora a 52,2 punti dai 51,8 della stima preliminare e dai 51,6 del mese precedente. Anche in questo caso è stato superato il consensus (51,8 punti). Il settore manifatturiero invece resta al palo.

L’Italia vede il PMI dei servizi salire a 52,2 punti e quello composito a 50,8. La Francia registra un aumento del PMI servizi a 52,9 e del composito a 52,6, la Germania vede un PMI servizi a 51,6 e composito a 48,9 (entrambi in miglioramento), la Spagna segnala un PMI servizi in espansione a 52,7 punti.

Va ricordato che un indice superiore a 50 denota espansione dell’attività, mentre un livello inferiore a questa soglia denota un peggioramento delle condizioni del settore.

(Foto: © Milosh Kojadinovich/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, economia migliora con il Terziario che compensa flop Ma...