Eurozona, debito e deficit in calo con Italia fra i più alti in UE

(Teleborsa) – Sono scesi debito e deficit dei Paesi europei nel 2017, anche se permangono grandi differenze fra i singoli Paesi. E’ quanto emerge da un rapporto pubblicato stamattina dall’Eurostat, l’ufficio statistico europeo, secondo cui il debito è sceso all’86,8% del PIL nell’Area Euro dall’89,1% del 2016 ed all’81,6% dall’83,3% precedente se si considera l’Unione allargata ai 28 Stati che la compongono.

Anche il deficit è sceso molto attestandosi nel complesso all’1% del PIL nell’Area Euro dall’1,6% del 2016, mentre per l’UE allargata si attesta all’1% dall’1,7% precedente.

Nello specifico l’Italia ha riportato nel 2017 un debito di 2.263 miliardi di euro pari al 131,2% del PIL ed in leggerissimo calo rispetto al 131,4% del 2016. Un livello che, seppur in via di rientro, è il secondo più alto in UE dopo la Grecia (al 176,1%) e supera quello del Portogallo (al 124,8%).

Il deficit è sceso al 2,4% del PIL nel 2017 dal 2,5% del 2016. Anche in questo caso l’Italia è fra i peggiori dopo la Spagna (al 3,1%), la Francia (al 2,7%) e Malta (al 3,5%).

Guardando al debito pubblico, i Paesi che hanno un rapporto più basso sono Estonia (8,7%), Lussemburgo (23%), Bulgaria (25,6%), Repubblica Ceca (34,7%), Romania (35,1%) e Danimarca (36,1%). Quindici Stati hanno riportato una soglia superiore al 60% del PIL: oltre a Grecia, Italia e Portogallo anche Belgio (103,4%), Francia (98,5%) e Spagna (98,1%).

A livello di deficit, alcuni paesi hanno riportato addirittura un surplus. Fra questi Malta (+3,5%), Cipro (+1,8%), Svezia (+1,6%), Repubblica Ceca (+1,5%), Lussemburgo (+1,4%), Olanda (+1,2%), Bulgaria e Danimarca (entrambe +1,1%) e la più florida Germania (+1%).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, debito e deficit in calo con Italia fra i più alti in ...