Eurozona, commercio con i Paesi terzi in frenata

(Teleborsa) – Si riduce il surplus della bilancia commerciale della Zona Euro nei confronti del resto del mondo. A gennaio si è registrato un avanzo di 6,2 miliardi di euro, in calo rispetto ai 24,3 miliardi di dicembre ed ai 7,1 miliardi di gennaio 2015.

Il dato, reso noto dall’Istituto di statistica dell’Unione Europea (Eurostat), risulta però peggiore delle stime degli analisti che avevano previsto un avanzo di 20,2 miliardi.

L’export verso il resto del mondo è calato del 2% rispetto ad un anno prima, totalizzando 145,3 miliardi di euro in valore, mentre l’interscambio all’interno dell’area della moneta unica è rimasto stabile a 132,45 miliardi.

Per l’intera Unione Europea (EU-28) si è registrato deficit di 11 mld di euro, in calo rispetto al passivo di 11,8 miliardi registrato a gennaio 2015. Le esportazioni e le importazioni sono scese entrambe del 4%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, commercio con i Paesi terzi in frenata