Eurozona, BCE più ottimista su crescita economica e mercato del lavoro

(Teleborsa) – Riviste al ribasso le stime dell’inflazione, e il tasso di disoccupazione di Eurolandia, mentre si prevede una crescita dell’economia. Le previsioni arrivano dalla BCE che ha consultato economisti di primarie istituzioni della UE.

Le nuove stime per l’inflazione sono +1,5% per quest’anno, del +1,4% per il 2018 e del +1,6% per il 2019. Secondo gli esperti consultati dall’Eurotower, rimane invariato all’1,8% il tasso di inflazione previsto per il medio termine.

Buone notizie per la disoccupazione. Gli economisti interpellati dalla BCE hanno rivisto al ribasso le stime sulla disoccupazione nell’Eurozona. Per il 2017 la previsione del tasso di disoccupazione scende di 0,2 punti al 9,2%. Per il 2018 le previsioni vedono un calo del tasso dei senza lavoro 0,3 punti all’8,8%. Stessa variazione 2019, quando il tasso di disoccupazione è previsto attestarsi all’8,4%. Rivisto al ribasso anche il tasso di disoccupazione nel lungo termine, al 2022 che scende all’8,1% rispeto all’8,4% precente.

Anche l’economia è prevista in aumento.  Gli esperti hanno, infatti, rivisto al rialzo di 0,2 punti la crescita del PIL di Eurolandia per il 2017 e 2018, mentre per il 2019 la revisione al rialzo è di 0,1 punti. Le nuove stime per il PIL dell’Eurozona sono +1,9% per il 2017, +1,8% per il 2018 e +1,6% per il 2019. Nessuna revisione per la crescita di lungo termine del PIL che rimane a +1,6%.

Eurozona, BCE più ottimista su crescita economica e mercato del ...