Eurozona, accelera l’espansione del settore manifatturiero

(Teleborsa) – Durante l’inizio dell’ultimo trimestre aumenta il tasso di crescita del settore manifatturiero dell’Eurozona. Crescita della produzione, nuovi ordini, esportazioni e livelli occupazionali in aumento mentre la pressione sui prezzi ha mostrato ulteriori segnali di incremento.

L’indice finale Markit PMI sul Manifatturiero dell’Eurozona è aumentato, ad ottobre, al valore più alto in 33 mesi di 53,5, in salita da 52,6 di settembre e dalla precedente stima flash (53,3): Ciò rappresenta il maggiore tasso di miglioramento delle condizioni operative da gennaio 2014.

I Paesi Bassi (55,7) rimbalzano in vetta alla classifica PMI manifatturiera dell’Eurozona, con crescite in accelerazione sino al valore maggiore in 15 mesi. Anche la Germania (55) è stata una delle nazioni a riportare i risultati migliori, crescendo al valore più veloce in quasi tre anni. Austria (53,9), Spagna (53,3) e Irlanda (52,1) hanno osservato forti e migliori tassi di espansione ad inizio dell’ultimo trimestre. Condizioni migliori anche in Francia con il relativo PMI (51,8) che ritorna in territorio di espansione sino a raggiungere il valore più alto in 31 mesi. L’Italia (50,9) risponde con una crescita mite e più lenta di settembre, mentre la Grecia (48,6) ha registrato contrazione per il secondo mese consecutivo.

“E’ un inizio positivo dell’ultimo trimestre per il settore manifatturiero dell’Eurozona”, ha commentato Rob Dobson, Senior Economist presso IHS Markit, sottolineando che “produzione, nuovi ordini ed esportazioni sono aumentati ai tassi più veloci registrati durante gli ultimi tre anni, spinti dai forti aumenti del terzo trimestre e provocando inoltre la maggiore crescita occupazionale da metà 2011”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurozona, accelera l’espansione del settore manifatturiero