Europei calcio, Gran Bretagna non esclude rischio focolai

(Teleborsa) – C’è fiducia per lo svolgimento degli europei di calcio stasera in Gran Bretagna, per la semifinale che vede protagoniste Inghilterra e Danimarca, ma il governo britannico non se la sente di garantire il rischio zero in termini di contagi Covid, a causa della duffusione della variante Delta.

Lo ha detto oggi alla radio il ministro britannico delle Attività Produttive Kwasi Kwarteng, rispondendo ad una domanda in merito ai circa 60mila spettatori attesi allo stadio di Wembley per la partita di semifinale di stasera e per la finale che vedrà protagonisti gli Azzurri. Due eventi che accrescono il rischio assembramenti anche per le strade di Londra nel post partita.

“Penso che che siamo in grado di gestire il rischio, ma non possiamo dire che i rischi non esistano quando si hanno migliaia di persone in un un luogo”, ha detto Kwarteng.

“C’è sempre un margine di rischio nella vita”, ha affermato il Ministro riferendosi anche alla fine delle restrizioni annunciata dal Premier Boris Johnson per il 19 luglio, poi ha aggiunto “sono fiducioso che non vi sarà un grande focolaio, ma ora non possiamo garantirlo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Europei calcio, Gran Bretagna non esclude rischio focolai