Europa positiva mentre Milano frena

(Teleborsa) – Borse europee in frazionale rialzo, eccezion fatta per Milano che scivola sui dati OCSE. Nel 2° trimestre dell’anno il PIL dell’Italia è stato l’unico del G7 a registrare un rallentamento della crescita. Sopra le attese, invece, l’IFO tedesco.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,162. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,02%. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,47%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 279 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 3,14%.

Tra le principali Borse europee bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,50%, sostanzialmente tonica Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,40%. Londra chiusa per il Bank Holiday.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 20.619 punti, con uno scarto percentuale dello 0,59%.

Apprezzabile rialzo per i comparti viaggi e intrattenimento (+2,93%), immobiliare (+0,69%) e vendite al dettaglio (+0,59%). Nel listino, i settori sanitario (-1,18%), bancario (-1,18%) e costruzioni (-0,82%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, decolla Moncler, con un importante progresso del 2,15%. Guadagno moderato per Campari, che avanza dello 0,52%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unicredit, che prosegue le contrattazioni con un 1,74%. Soffre A2A, che evidenzia una perdita dell’1,42%. Preda dei venditori Recordati, con un decremento dell’1,40%. Si concentrano le vendite su Ferrari, che soffre un calo dell’1,28%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Juventus (+11,23%) dopo la vittoria per 2 -0 contro la Lazio nella seconda giornata di Campionato, Inwit (+2,07%), Piaggio (+1,81%) che ha annunciato l’avvio a settembre della Vespa Elettrica e Banca Farmafactoring (+1,65%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca MPS, che prosegue le contrattazioni con un -2,24%. Vendite su El.En, che registra un ribasso dell’1,89%. Seduta negativa per Cementir, che mostra una perdita dell’1,86%. Sotto pressione Diasorin, che accusa un calo dell’1,42%.

Europa positiva mentre Milano frena