Europa positiva dopo le rassicurazioni di Draghi

(Teleborsa) – Finale con il segno più per le principali borse europee, dopo il nulla di fatto della BCE sui tassi e sull’acquisto di titoli. Nella conferenza stampa successiva alla decisione del Board, il numero uno della BCE Mario Draghi ha rassicurato tutti dichiarando che “il supporto di politica monetaria è in piedi e rimarrà in piedi” fintanto che l’inflazione non raggiungerà l’obiettivo del 2%.

Buone nuove anche dal Beige Book della Fed mentre il mercato sembra gradire il trionfo di Hillary Clinton nell’ultimo duello TV con il concorrente Donald Trump nella corsa alla Casa Bianca.

L’Euro / Dollaro USA mostra un calo dello 0,41%. Prevale la cautela sull’oro -0,25%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,60%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 137 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,38%.

Tra i listini europei giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,52%, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia, senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,44%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che ha messo a segno un +0,57%, continuando la scia rialzista evidenziata da cinque guadagni consecutivi, innescata venerdì scorso; lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 18.812 punti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,6%); sulla parità il FTSE Italia Star (+0,11%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Viaggi e intrattenimento (+2,18%), Vendite al dettaglio (+1,81%) e Banche (+1,33%). Le peggiori performance sono state quelle dei settori Media (-2,20%), Tecnologico (-1,87%) e Materie prime (-0,44%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Banca MPS (+13,99%) sulla scia delle attese per il piano industriale e la ricapitalizzazione, Finmeccanica (+3,58%) dopo aver raddoppiato la quota in Avio, YOOX NET-A-PORTER (+2,31%) e UBI Banca (+1,90%).

Offerta Mediaset, -3,39%, dopo aver confermato che la lite con Vivendi andrà in tribunale. In apnea STMicroelectronics, che arretra del 2,53%. Calo deciso per Prysmian, che segna un -1,35%. Sotto pressione Moncler, con un ribasso dell’1,16%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Europa positiva dopo le rassicurazioni di Draghi