Europa nella morsa del virus

(Teleborsa) – Non si ferma la marcia a passo sostenuto del coronavirus in Europa dove continuano a registrarsi numeri boom. Studia la stretta il governo francese per Parigi e la Regione dell‘Ile-de-France, dove i contagi aumentano in modo esponenziale: restrizione serale alla circolazione, in pratica un coprifuoco sul modello di Berlino e Francoforte.

E’ quanto scrive il settimanale Le Point. I Ministri si riuniranno oggi, martedì, in Consiglio di difesa all’Eliseo insieme al Presidente Emmanuel Macron, per un vertice che inizialmente era stato previsto per mercoledì, subito prima dell’intervento televisivo a reti unificate del Presidente, sede ideale per eventuali annunci di restrizioni.

Il 17% dei test nell’Ile-de-France, la regione di Parigi, “risultano positivi, è un dato che non avevamo mai raggiunto”. Lo ha detto il direttore dell’ARS, l’agenzia regionale di Salute, Aurélien Rousseau, intervistato da RMC-BFM-TV. “Oggi, a Parigi, tra le persone che hanno tra i 20 e i 30 anni, abbiamo oltre 800 casi positivi su 100.000, la soglia d’allerta è cinquanta. Soprattutto, da tre giorni, ed è questo l’allarme che lanciamo, queste cifre aumentano molto rapidamente tra gli anziani. Questo significa che c’è passaggio tra le generazioni ed è questa la nostra maggiore preoccupazione“, ha proseguito.

Situazione preoccupante anche in Inghilterra dove in questo momento ci sono più persone ricoverate in ospedale per il Covid 19 che prima dell’adozione del lockdown a marzo. Lo ha reso noto il direttore dell’Nhs, il servizio sanitario nazionale, Stephen Powis, secondo quanto riporta la Bbc. Powis ha anche rilevato che si registra un forte aumento dei ricoveri tra gli over-65, in particolare gli over-85. Liverpool sarà inserita al livello più alto nel sistema di lockdown illustrato dal Premier Boris Johnson: vietati incontri nelle case e tutti i pub e i bar saranno chiusi.

In Germania data “la forte crescita” dei nuovi contagi nei Paesi confinanti, come la Francia, il ministero degli Interni tedesco non esclude più la reintroduzione dei controlli di frontiera, anche se si preferirebbe evitarli: è quanto ha detto un Portavoce del ministero di Berlino in conferenza stampa di Governo. Ne riferisce Dpa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Europa nella morsa del virus