Eurogruppo, Padoan pronto a trattare sui conti pubblici

(Teleborsa) – L’Italia ha tempo fino al primo febbraio per rispondere formalmente alle richieste dell’UE su una correzione dei conti pubblici da 3,4 miliardi di euro  altrimenti il Bel Paese rischia la procedura d’infrazione. 

Finora il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha preso tempo, ma oggi all’Eurogruppo si vedrà se sulla questione si potrà adottare un rinvio. Il Ministro è pronto a dare battaglia e anche se l’argomento sui conti italiani non è in agenda negli incontri di oggi, i più scommettono che la replica dell’Italia farà appello alle “circostanze eccezionali” in cui si è trovato il Paese.

D’altronde che la Penisola sia “cruciale per l’euro”, lo aveva affermato anche qualche giorno fa il responsabile europeo agli affari economici e monetari Pierre Moscovici dopo un incontro “positivo” avuto a Davos con il Ministro dell’economia italiano.

Padoan la scorsa settimana si è chiarito con il politico francese che aveva assicurato: “Cercheremo insieme le soluzioni perché l’Italia rispetti il criterio sul debito. E ci arriveremo. Non ho vere preoccupazioni su questo”. Fatto sta che Bruxelles si attende che entro mercoledì prossimo l’Esecutivo fornisca una risposta che “includa in maniera dettagliata” sia gli impegni specifici, sia la tempistica della loro adozione.

Eurogruppo, Padoan pronto a trattare sui conti pubblici
Eurogruppo, Padoan pronto a trattare sui conti pubblici