Eurogruppo, il calendario fino a giugno 2021

(Teleborsa) – I Ministri delle Finanze dell’Eurozona hanno approvato, durante la loro riunione in videoconferenza di ieri il programma di lavoro dell’Eurogruppo per i prossimi nove mesi.

“Ho presentato un programma globale per contribuire a garantire che l’Eurogruppo continui a guidare l’economia dell’Eurozona verso una ripresa inclusiva a vantaggio di tutti i cittadini e che lavori al rafforzamento dell’Unione economica e monetaria. Questo programma riflette un’ampia consultazione nelle ultime settimane e sono lieto di dire che ora è ufficialmente approvato”, ha detto durante la videoconferenza stampa al termine della riunione il Presidente dell’Eurogruppo, Paschal Donohoe.

“Se esaminate questo programma – ha proseguito – vedrete che, durante il mio mandato di presidente, ci concentreremo principalmente su tre priorità: l’economia, le questioni finanziarie e l’euro”.
In primo luogo, ha spiegato, “il nostro obiettivo sarà sostenere la ripresa e sostenere la crescita ed evitare il rischio che la crisi del Covid-19 porti ad un allargamento degli squilibri e delle divergenze” fra gli Stati membri.

Poi, ha aggiunto, “lavoreremo intensamente per rafforzare l’Unione bancaria e l’Unione dei mercati dei capitali. Lavoreremo per garantire che il settore finanziario possa sostenere meglio la ripresa economica e condividere e gestire meglio i rischi finanziari che ovviamente sono sempre presenti”.

Infine, “ci concentreremo sulla moneta comune, il nostro euro – che viene utilizzata ogni giorno dai cittadini ma che ora è anche una delle due valute mondiali predominanti”, ha concluso Donohoe, rilevando che “la digitalizzazione sta creando grandi sfide ma allo stesso tempo apre molte opportunità nel settore finanziario e per la nostra moneta comune”

La Commissione europea presenterà a novembre una nuova serie di raccomandazioni per gli Stati membri dell’Eurozona, mentre ha già fornito, attraverso una lettera inviata a tutti i Ministri delle finanze dell’UE, indicazioni su quello che si aspetta dai Piani di bilancio nazionali per il 2021. Intanto, si conferma che gli orientamenti di politica di bilancio dovrebbero restare “espansivi” e a supporto della ripresa economica anche per tutto l’anno prossimo.

Questo, in sintesi, il perimetro tracciato dal Commissario UE all’Economia, Paolo Gentiloni, durante la conferenza stampa online al termine della videoconferenza dell’Eurogruppo.

Poco più di una sfumatura, ma il Presidente dell’Eurogruppo, Paschal Donohoe, ha usato toni più cauti. Fra i ministri delle Finanze, ha detto, “oggi si è discusso molto dell’orientamento di politica di bilancio complessivo per l’Eurozona, e – ha rilevato – c’è il riconoscimento del fatto che a un certo momento bisognerà cominciare un tragitto per vedere come ridurre il deficit, e come ritornare indietro alla situazione economica sana in cui eravamo prima che arrivasse questa pandemia che ha causato così tanti danni”.

“Ma è chiaro anche che c’è consenso nell’Eurogruppo sul fatto che il momento per quel cambiamento non è ora, che gli orientamenti di politica di bilancio sviluppati nel 2020 sono quelli appropriati”, e che “bisognerà lavorare al fianco della Commissione considerando le raccomandazioni dell’Eurozona, che alimenteranno la politica di bilancio da sviluppare per il 2021, per l’anno prossimo”, ha concluso Donohoe.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurogruppo, il calendario fino a giugno 2021