Euro Digitale, a che punto siamo?

(Teleborsa) – La BCE sta valutando “con attenzione” le risposte alla consultazione pubblica sull’eventuale emissione di euro digitali. E’ quanto riferisce Fabio Panetta, componente del board della Banca Centrale Europea, intervenendo al Salone dei pagamenti.

“Lo scorso ottobre abbiamo pubblicato il nostro rapporto sull’euro digitale e avviato una consultazione pubblica. Stiamo esaminando con attenzione le risposte al nostro questionario al fine di essere in grado, qualora necessario, di emettere un euro digitale in linea con le esigenze dei cittadini europei“, prosegue Panetta nel sottolineare che “insieme alle banche centrali nazionali, stiamo analizzando a fondo le conseguenze economiche, finanziarie e tecnologiche dell’euro digitale, nonchè le sue implicazioni di natura sia sociale sia strategica“.

L’euro digitale affiancherebbe il contante, senza sostituirlo, chiarisce Panetta precisando anche che “il processo di digitalizzazione è irreversibile, e avanza rapidamente Le stablecoin globali sono un’espressione di questo cambiamento. Esse possono, tuttavia, minacciare la nostra sovranità monetaria, mettere a rischio la stabilità finanziaria, limitare la competitività e l’indipendenza tecnologica dell’Unione europea”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Euro Digitale, a che punto siamo?