Euro ai massimi di due settimane e mercati a picco dopo le parole di Draghi

(Teleborsa) – Si scatenano gli acquisto sull’euro dopo l’attesa decisione di politica monetaria della Banca Centrale Europea e, soprattutto, dopo le prime parole del Presidente Mario Draghi.

In pochi minuti la moneta unica è volata da 1,0544 a 1,0888 dollari portandosi ai massimi di due settimane. Si tratta di una una reazione diametralmente opposta a quella dei mercati, che invece sono crollati.

Come ampiamente atteso dagli analisti la BCE ha deciso di lasciare i tassi di interesse invariati operando invece un nuovo taglio sui depositi che le banche dell’Eurozona “parcheggiano” presso la BCE.

In conferenza stampa Draghi ha invece annunciato nuove misure di stimolo all’economia per riportare l’inflazione attorno al target BCE del 2%.

In particolare l’attuale quantitative easing è stato esteso fino al marzo del 2017 rispetto a settembre 2016, scadenza inizialmente stabilita. 

Quello che, secondo gli analisti, ha innescato il balzo dell’euro e il crollo dei listini è stata la delusione per la portata delle nuove misure. In particolare, è mancata l’estensione del quantitativo. Ci si attendeva cioè che l’Istituto Centrale aumentasse anche l’importo di asset acquistati, attualmente a quota 60 miliardi di euro mensili.

Euro ai massimi di due settimane e mercati a picco dopo le parole di&n...