Esprinet, lo smart working diventa realtà

(Teleborsa) – Lo Smart Working sta prendendo piede in molte aziende italiane, Esprinet S.p.A. compresa.

Il distributore di informatica ed elettronica di consumo in Italia e in Spagna ha deciso di continuare quello che era iniziato come un progetto pilota, confermando la possibilità per i dipendenti di Esprinet Italia e Celly di lavorare per un giorno alla settimana da un luogo privato fuori dalla sede di lavoro.

A chiusura del progetto pilota sono state 345 le persone (328 per Esprinet, 17 per Celly) che hanno lavorato fuori sede su 440 idonee per ruolo e performance, pari al 78% della popolazione eligible. La media è stata di 37 dipendenti in Smart Working al giorno.

“Fiducia, responsabilità e orientamento ai risultati sono i principi chiave su cui abbiamo basato lo Smart Working in Esprinet. Siamo molto orgogliosi di poter dire che sono stati compresi e interiorizzati sia dai dipendenti sia dai manager, portando a un esito estremamente positivo del nostro progetto pilota, tanto che saranno coinvolte anche altre strutture che non hanno partecipato alla fase iniziale di pilot. Per questo, a partire dal 15 gennaio, lo Smart Working è diventato a tutti gli effetti parte della nostra vita aziendale con le stesse modalità applicate fino ad oggi, con l’intenzione di valutare in futuro possibili evoluzioni”, ha commentato Ettore Sorace, HR Manager delle società italiane del Gruppo Esprinet.

Esprinet, lo smart working diventa realtà
Esprinet, lo smart working diventa realtà