Esodati, nuovo presidio dei sindacati davanti al Tesoro

Domani ci sarà un nuovo presidio dei sindacati davanti al Ministero dell’Economia (dopo quello del 15 settembre scorso) per chiedere l’approvazione della settima salvaguardia per gli esodati e la proroga di opzione donna, dopo il nulla di fatto tra Governo e sindacati, la scorsa settimana.  

In via XX Settembre, saranno presenti, i Segretari Confederali Vera Lamonica, CGIL, Maurizio Petriccioli, CISL, Domenico Proietti, UIL.

Il Governo, spiegano le sigle sindacali in una nota, “deve dare risposte certe su questa annosa situazione”. I sindacati chiedono un “concreto impegno” alla approvazione della settima salvaguardia ed alla proroga di opzione donna prima della legge di Stabilità e la reintroduzione di “un principio di flessibilità di accesso alla pensione per favorire il turn over”, rilanciando l’occupazione giovanile, e porre rimedio alla “rigidità ed iniquità” della Legge Fornero, che non tiene conto della realtà del mercato del lavoro, dei lavoratori precoci e dei lavori gravosi e usuranti.

“Rimangono inoltre da risolvere con urgenza i veri e propri errori della Riforma: quota 96 della scuola e macchinisti tra tutti, nonché annose questioni tuttora aperte quali le ricongiunzioni onerose”.

Esodati, nuovo presidio dei sindacati davanti al Tesoro