ERG si salva dalle vendite: giù le utility su rischio politico

(Teleborsa) – Utility in calo in Italia per le preoccupazioni sul nuovo piano energetico che M5S e Lega presenteranno nel contratto di governo al Capo dello Stato, Sergio Mattarella. In controtendenza solo ERG, che a Piazza Affari tratta in rialzo dello 0,53% dopo che Banca Imi ha alzato il prezzo obiettivo a 23 da 19,5 euro, confermando la raccomandazione add

Oggi, 18 maggio 2018, la società si è aggiudica un’asta per costruire un parco eolico in Germania.

L’andamento della società attiva nel settore delle energie rinnovabili nella settimana, rispetto al FTSE Italia All-Share, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze.

Il quadro tecnico di ERG suggerisce un’estensione della linea ribassista verso il pavimento a 18,78 Euro con tetto rappresentato dall’area 19,16. Le previsioni sono per un prolungamento della fase negativa al test di nuovi minimi individuati a quota 18,59.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

ERG si salva dalle vendite: giù le utility su rischio politico