Eni: via libera alla campagna di perforazione nell’offshore del Messico

(Teleborsa) – Eni  ha firmato la Città del Messico con la Comisión Nacional de Hidrocarburos del Messico (CNH) un Production Sharing Contract (PSC) per lo sviluppo dei giacimenti ad olio di Amoca, Miztón e Tecoalli, che si trovano nella Baia di Campeche, nell’offshore del Messico.

Eni si era aggiudicata con la quota del 100% i diritti per lo sviluppo e lo sfruttamento dei tre giacimenti, che sono situati all’interno dell’Area 1, lo scorso 30 settembre a seguito di un’asta internazionale.

I giacimenti si trovano in acque convenzionali a una profondità di 20-40 metri e a breve distanza dalla costa, in contesti operativi sui quali Eni ha una comprovata esperienza e opera nel mondo con elevata efficienza e bassi costi operativi.

Secondo le stime ufficiali della CNH, i volumi di olio in posto complessivi dei tre giacimenti sono pari a circa 800 milioni di barili di olio e 13 miliardi di metri cubi di gas associato. Eni procederà ora alla campagna di delimitazione dei giacimenti perforando 4 nuovi pozzi, con l’obiettivo di definire un piano di sviluppo sinergico e fast track.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eni: via libera alla campagna di perforazione nell’offshore del&nbsp...