ENI: progressi in Mozambico sul progetto Rovuma

(Teleborsa) – Le negoziazioni relative alla commercializzazione del gas naturale liquefatto (GNL) del Rovuma LNG project stanno compiendo progressi. Ad annunciarlo ENI ed Exxon Mobil.

Il Rovuma LNG project produrrà, liquefarà e venderà il gas naturale prodotto dai giacimenti offshore a gas dell’Area 4 in Mozambico. I rappresentanti della società componenti la joint venture relativa all’Area 4 (ExxonMobil, Eni, CNODC, ENH, Kogas e Galp) si sono incontrati nell’ambito della World Gas Conference a Washington per condividere e confermare i progressi compiuti.

“Il punto di forza principale dell’Area 4 risiede proprio nella qualità della partnership”, ha commentato Massimo Mantovani, Chief Gas and LNG Marketing and Power Officer di ENI. “Dopo la decisione finale di investimento relativa all’unità galleggiante di liquefazione di gas (FLNG) di Coral South raggiunta nel 2017, stiamo lavorando insieme per sviluppare i campi a gas rimanenti che alimenteranno i treni di liquefazione del progetto Rovuma LNG, traendo il massimo vantaggio dalla capacita’ ed esperienza di tutti i nostri partner”.

ExxonMobil guiderà la costruzione e l’operatività dei treni di liquefazione e dei relativi impianti onshore per il Rovuma LNG project, mentre ENI guiderà gli sviluppi e l’operatività legati all’upstream. In parallelo all’aspetto commerciale, i partner stanno anche progredendo nelle attività di financing e lavorando con il Governo del Mozambico per l’approvazione del progetto.

ENI: progressi in Mozambico sul progetto Rovuma