ENI, perforato con successo pozzo nell’offshore del Messico

(Teleborsa) – ENI ha perforato con successo il pozzo Tecoalli 2 nella Baia di Campeche, nell’offshore del Messico. Grazie ai risultati di questo pozzo e alla revisione dei modelli di reservoir dei campi di Amoca e Miztón, la stima totale di idrocarburi in posto nell’Area 1 sale da 1,4 a 2 miliardi di barili di olio equivalente (Bboe), dei quali circa il 90% olio e il rimanente gas associato.

Il pozzo Tecoalli 2, situato nell’Area Contrattuale 1 (ENI 100%), a 200 Km a ovest di Ciudad del Carmen e in 33 metri di profondità d’acqua, ha raggiunto una profondità finale di 4420 metri incontrando circa 40 metri di spessore netto mineralizzato a olio nella formazione Orca, caratterizzati da reservoir arenacei di ottima qualità. Il pozzo è stato poi esteso agli obiettivi profondi della formazione Cinco Presidentes, incontrando altri 27 metri di pay netto ad olio. Verrà ora eseguito un test di produzione, e il pozzo sarà poi temporaneamente sospeso. Il campo di Tecoalli si trova a 24 km dal campo di Amoca e a 13 km dal campo di Miztón.

ENI sottoporrà a breve il piano per lo sviluppo (PoD) dell’Area Contrattuale 1 all’approvazione delle autorità locali competenti (CNH – Comisión Nacional de Hidrocarburos). Non appena il PoD sarà approvato, ENI sanzionerà il progetto (FID), con start up della produzione previsto nel primo semestre 2019.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ENI, perforato con successo pozzo nell’offshore del Messico