Eni lancia un nuovo prestito equity-linked

(Teleborsa) – Eni ha annunciato il lancio di un prestito obbligazionario equity-linked per un valore nominale complessivo pari a circa 500 milioni di euro, da collocare presso investitori istituzionali.

L’operazione prevede, da un lato, l’emissione di un prestito obbligazionario equity-linked, il cui valore di rimborso è legato al valore di mercato delle azioni di Eni, di tipo cash-settled (regolato per cassa) e, dall’altro, l’acquisto da parte di Eni di cash-settled call options sulle azioni di Eni da uno o più dei Joint Bookrunners necessarie per la copertura dall’esposizione derivante dall’esercizio dei diritti di Conversione da parte degli Obbligazionisti.

Né l’emissione né la Conversione delle Obbligazioni attribuiranno alcun diritto a ricevere azioni di Eni e, dunque, non avranno alcun effetto diluitivo per gli azionisti.

Le Obbligazioni avranno scadenza a 6 anni e non corrisponderanno interessi, pertanto avranno una cedola pari a zero. Le Obbligazioni saranno emesse ad un prezzo compreso tra il 101,50% e il 104,00% del valore nominale e saranno rimborsate al valore nominale a scadenza, ove non precedentemente Convertite o rimborsate in conformità al loro regolamento. Il prezzo iniziale di Conversione sarà compreso tra il 35% e il 40% al di sopra del prezzo di riferimento dell’azione di Eni.

Eni lancia un nuovo prestito equity-linked