“Eni for 2020”: il nuovo report di sostenibilità racconta il viaggio di Eni verso net zero

(Teleborsa) – E’ stato pubblicato “Eni for 2020”, il 15esimo report volontario di sostenibilità del gruppo Eni, che illustra il contributo concreto per una transizione equa, costruendo sul percorso dell’azienda verso la neutralità carbonica al 2050.

“Eni for mostra il nostro impegno per una transizione energetica equa e inclusiva, che garantisca l’accesso all’energia per tutti, preservando l’ambiente”, ha detto l’Amministratore delegato Claudio Descalzi, ricordando “negli ultimi anni abbiamo impostato la nostra strategia su un’evoluzione del nostro modello di business fortemente orientato alla creazione di valore per tutti gli stakeholder nel lungo termine, tracciando la strada che ci porterà alla neutralità carbonica nel 205o”.

Eni lavora in 68 Paesi, dando concretezza alla propria Mission, che si ispira ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, per rispondere alle sfide universali in un contesto sempre più impegnativo, anche alla luce dell’emergenza sanitaria iniziata nel 2020.

Il report di sostenibilità, che è anche oggetto di revisione da parte di PwC, racconta le iniziative intraprese nell’ultimo anno e si compone di tre volumi: Eni for a Just Transition, un approfondimento sul percorso verso la Neutralità carbonica al 2050 ed e uno dedicato alle Performance di sostenibilità degli ultimi 5 anni.

Eni for Neutralità Carbonica al 2050 racconta il percorso dell’azienda verso il target net zero. Eni ha proseguito nello sviluppo di sistemi innovativi per la valorizzazione della CO2, come le tecnologie di mineralizzazione e si è impegnata in attività di ricerca e sviluppo con i principali enti tecnico-scientifici italiani e internazionali per sviluppare l’accesso a fonti di energia pulita, sicura e inesauribile, come la trasformazione dell’energia prodotta dal moto ondoso in energia elettrica e la fusione a confinamento magnetico.

Eni for a Just Transition rende conto del rafforzamento dell’impegno dell’azienda al rispetto e alla promozione dei diritti umani. Nel 2020 la società ha, tra le altre cose, adottato un nuovo Codice Etico e un nuovo Codice di Condotta Fornitori, ha assegnato un obiettivo sui diritti umani al 100% dei primi riporti dell’amministratore delegato, ha erogato 33.112 ore di formazione specifiche sul tema, ha incluso clausole sui diritti umani nel 97% dei contratti di security e ha valutato il 100% dei fornitori secondo criteri sociali. La solidità del percorso intrapreso è stata confermata dal risultato nel Corporate Human Rights Benchmark, in cui Eni si è classificata come prima società (ex aequo) tra le circa 200 società valutate.

Il report include dati e testimonianze sulle iniziative di sviluppo locale a favore delle comunità avviate in partnership con le organizzazioni internazionali e della società civile per supportare l’educazione in Messico, l’empowerment femminile in Angola e la formazione imprenditoriale in Ghana.

Eni for A Just Transition comprende poi un capitolo tematico sulla finanza sostenibile, un ulteriore segno dell’importanza che questa riveste nella strategia societaria.

Eni for Performance di sostenibilità, infine, rappresenta le performance non finanziarie del Gruppo, evidenziando i Key Performance Indicator (KPI) relativi al quinquennio 2016-2020 lungo le tre leve del modello di business integrato di Eni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Eni for 2020”: il nuovo report di sostenibilità racconta...