ENI diventa operatore del giacimento petrolifero Oooguruk in Alaska

(Teleborsa) – ENI ha firmato un accordo per l’acquisizione del 70% del giacimento petrolifero di Oooguruk, in Alaska, da Caelus Natural Resources Alaska LLC. Il Gruppo del cane a sei zampe possiede già il restante 30% del giacimento. L’accordo è soggetto all’approvazione delle autorità e ad alcune condizioni di closing.

Il giacimento di Oooguruk, situato nel Mare di Beaufort a circa 5 chilometri dalla costa del North Slope dell’Alaska, è in produzione dal 2008 e l’attuale produzione lorda è di circa 10.000 barili di petrolio al giorno (bopd) da 25 pozzi produttori e 15 pozzi iniettori di gas e acqua. Gli impianti di produzione si trovano su un’isola artificiale, situata in soli 1,5 metri di profondità, con teste pozzo di produzione in superficie, che garantiscono condizioni operative in totale sicurezza e nel rispetto dell’ambiente, paragonabili a quelle di un campo onshore.

L’acquisizione del 70% di Oooguruk consentirà a ENI di aumentare immediatamente la propria produzione in Alaska di circa 7.000 bopd, e di implementare importanti ottimizzazioni e sinergie operative tra Oooguruk e Nikaitchuq, entrambe operate al 100%.

ENI prevede di perforare ulteriori pozzi di produzione a Oooguruk e Nikaitchuq, con l’obiettivo di portare la produzione totale in Alaska ad oltre 30.000 bopd.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ENI diventa operatore del giacimento petrolifero Oooguruk in Alas...