Eni, dissequestrato l’impianto del Centro Olio Val d’Agri

(Teleborsa) – “In relazione al Centro Olio Val d’Agri, Eni ha ricevuto oggi da parte della Procura della Repubblica di Potenza la notifica dell’atto di dissequestro temporaneo finalizzato a consentire l’esecuzione dei lavori di modifica tecnica proposti da ENI dopo l’istanza di dissequestro presentata dalla società.

I lavori di realizzazione della modifica- spiega Eni in una nota- dovrebbero essere completati entro un termine massimo di tre mesi. Una volta verificata la correttezza di attuazione della modifica, la Procura procederà al dissequestro definitivo.

Viene accolta così l’istanza che Eni aveva fatto”al Tribunale del riesame per rivalutare il provvedimento di sequestro”, dopo lo scandalo petrolifero che si era abbattuto anche nel mondo della politica portando anche alle dimissioni del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi .

Il colosso energetico italiano aveva reagito al sequestro degli impianti funzionali all’operatività del Centro Olio Val d’Agri con un un piano di riallocazione delle risorse e la richiesta di cassa integrazione guadagni ordinaria. 

Eni da parte sua sottolinea che “continuerà a fornire la massima collaborazione alla magistratura nell’interesse che possa essere fatta quanto prima chiarezza sulla vicenda, in attesa del giudizio da parte delle autorità giudiziarie che Eni confida potrà chiarire la correttezza del proprio operato”.

Eni, dissequestrato l’impianto del Centro Olio Val d’Agri