Eni dimezza la partecipazione residua in Snam

(Teleborsa) – Eni ha quasi dimezzato la propria quota residua in Snam.

Secondo quanto si apprende dalle comunicazioni della Consob sulle partecipazioni rilevanti, il 28 dicembre 2015 il Cane a sei zampe è sceso al 4,966% rispetto all’8,537% che risultava a maggio 2013.

Questa discesa è legata alla conversione del bond convertibile Eni in azioni Snam da 1,25 miliardi di euro, emesso nel gennaio 2013 e in scadenza proprio a gennaio di quest’anno.

L’uscita del capitale della società dei gasdotti era stata annunciata nel 2012 dopo che era stato stabilito il passaggio del controllo di Snam alla Cassa Depositi e Prestiti.

Ora Eni rimane con una quota del 4,9%. Fino al 2013 era stata l’azionista di controllo di Snam possedendo oltre il 50% del capitale.

Eni dimezza la partecipazione residua in Snam
Eni dimezza la partecipazione residua in Snam