Energia, l’Ad di Terna Del fante pensa all’Italia come hub strategico nel Mediterraneo

(Teleborsa) – L’Italia potrebbe diventare l’hub energetico del Mediterraneo. Lo ha ribadito il numero uno di Terna, Matteo delò Fante, in una intervista al Corriere della sera. 

L’ipotesi cullata dall’Ad della società che gestisce la rete elettrica non è nuova ed era già stata lanciata qualche mese fa dall’Ad di Eni, Claudio Descalzi, parlando del mercato del gas ed affidando appunto all’Italia il ruolo potenziale di hub strategico fra Europa ed Africa.   

Intanto, Del Fante ha spiegato che tutte le interconnessioni internazionali costruite per importare energia funzionano ora anche per l’export. Ne sono due esempi lampanti le connessioni con la Grecia e con Malta.

Il manager ha poi ricordato che Terna ha programmato investimenti per 6,6 miliardi di euro per potenziare e rendere più efficiente la rete, ma la società elettrica partecipata da Cdp quando fa investimenti, oltre al costo, deve presentare una valutazione tecnica del risparmio e dei benefici per il sistema.

Quanto alla rete italiana, Del Fante ha affermato che con l’entrata in esercizio, un mese fa, del nuovo collegamento Sorgente-Rizziconi tra Sicilia e Calabria è stato eliminato l’ultimo collo strutturale sulla rete domestica. A questo punto restano solo dei potenziamenti da fare, ad esempio quelli con le isole maggiori.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Energia, l’Ad di Terna Del fante pensa all’Italia come hub...