Energia, la proposta francese su gas e nucleare per superare lo stallo dell’Ue

(Teleborsa) – In un documento non ufficiale la Francia ha presentato una proposta all’Unione europea per inserire l’energia nucleare nel novero delle attività finanziabili all’interno del quadro del Green New Deal e per limitare l’utilizzo del gas naturale come fonte di transizione fino al 2030, limitando la possibilità di costruire nuovi impianti fino al 2030 e fissando un tetto alle emissioni. Il “non-paper” è stato riportato da Ansa. Le soluzioni francesi vorrebbero porre fine allo scontro in corso all’interno dell’Ue che oppone i sostenitori del gas a quelli del nucleare in merito alla possibilità di inserire le due fonti di energia tra quelle a disposizione dell’Ue per raggiungere i target fissati dall’UE.

In particolare, il documento sostiene che tutte le attività legate alla produzione di elettricità dall’atomo dovrebbero essere considerate in questo portafoglio di soluzioni. Il gas potrebbe invece essere certificato come sostenibile per la produzione di energia con un tetto alle emissioni a 100g di CO2 per kWh, oppure con limiti più alti ma solo fino al 2030.


Emmanuel Macron ha presentato meno di un mese fa un ambizioso piano di investimenti da 30 miliardi di euro per favorire il rilancio dell’economia francese. Tra i punti principali del programma – il presidente francese lo ha definito “l’obiettivo numero uno” e ha stanziato un miliardo per la sua realizzazione – c’è quello di reinventare il nucleare attraverso la costruzione di centrali nucleari di ultima generazione ad alta efficienza per la produzione di energia elettrica. “Perché metterlo al primo posto? Perché la prima questione è la produzione di energia. Per produrre energia, e in particolar modo elettricità, noi abbiamo una possibilità, il nostro modello storico: il nucleare”, ha spiegato Macron durante la presentazione del Piano. Nelle scorse settimane la Francia è stata anche capofila di una proposta avanzata da 10 Paesi Ue che chiedevano di inserire l’energia nucleare nella tassonomia Ue – la classificazione sulle attività europee eco-compatibili – come risposta alla crisi energetica dovuta all’impennata dei prezzi del gas.

Nel documento si fa riferimento anche all’agricoltura, chiedendo che il metodo biologico, alcuni eco-regimi e misure agroambientali della Politica agricola comune (Pac) siano riconosciuti verdi per definizione.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Energia, la proposta francese su gas e nucleare per superare lo stallo...