Energia, Birol (IEA): Europa si prepari a completa interruzione gas russo in inverno

(Teleborsa) – L’Europa deve prepararsi immediatamente per la completa interruzione delle esportazioni di gas russo questo inverno, mentre i governi devono adottare misure per ridurre la domanda e mantenere aperte le vecchie centrali nucleari. È l’allarme lanciato dal direttore esecutivo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA), Fatih Birol, in un’intervista rilasciata al Financial Times.

Birol ha sottolineato che la decisione della Russia di ridurre le forniture di gas ai paesi europei la scorsa settimana potrebbe essere un’anticipazione di ulteriori tagli mentre Mosca cerca di guadagnare “leva” durante la sua guerra con l’Ucraina. “L’Europa dovrebbe essere pronta nel caso in cui il gas russo fosse completamente interrotto”, ha avvertito Birol, “più ci avviciniamo all’inverno, più comprendiamo le intenzioni della Russia”, ha aggiunto. “Credo che i tagli siano orientati ad evitare che l’Europa riempia i depositi e ad aumentare la leva della Russia nei mesi invernali”, ha affermato il direttore dell’AIE.

Per Birol le misure di emergenza adottate dai paesi europei questa settimana per ridurre la domanda di gas, come l’accensione di vecchie centrali elettriche a carbone, sono giustificate dall’entità della crisi, nonostante le preoccupazioni per l’aumento delle emissioni di anidride carbonica. In quest’ottica l’aumento della produzione a carbone è “temporaneo” e aiuterebbe a preservare le forniture di gas per il riscaldamento in inverno, ha sottolineato. Qualsiasi ulteriore emissione di CO2 derivante dalla combustione di carbone altamente inquinante sarebbe compensata da un’accelerazione dei piani dell’Europa di ridurre la dipendenza dai combustibili fossili importati e di costruire capacità di generazione rinnovabile, ha aggiunto.