Enel si unisce alla CEO Alliance: collaborazione cruciale per decarbonizzazione

(Teleborsa) – Un futuro a zero emissioni di carbonio e un’Europa più resiliente. E’ l’auspicio espresso dal Ceo di Enel, Francesco Starace, e dai numeri uno di altre undici società europee, che compongono la CEO Alliance, in linea con gli obiettivi di Parigi 2050, il Green Deal e l’ambizione di ampliare i target climatici dell’UE. Fra le aziende che hanno aderito ABB, AkzoNobel, Eon, Enel, Iberdrola, A.P. Møller Maersk, Philips, SAP, Scania, Schneider Electric, Siemens e Volkswagen.

La CEO Alliance è composta da aziende che rappresentano diversi settori, generano 600 miliardi di euro di ricavi all’anno e danno lavoro a 1,7 milioni di persone. L’Alleanza canalizza i loro sforzi di decarbonizzazione: collega settori e strategie, identifica il potenziale di collaborazione e promuove progetti e investimenti per un’economia e una società sostenibili.

Nella riunione inaugurale a Stoccarda, iniziata con una discussione con Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo della Commissione europea, l’Alleanza si è proposta come gruppo d’azione che orienta le strategie aziendali ai fini della carbon neutrality ed ha ribadito che “gli obiettivi climatici dell’Unione europea sono raggiungibili”.

I membri della CEO Alliance si sono già impegnati a investire più di 100 miliardi di euro nei prossimi anni, nei rispettivi piani d’azione per la decarbonizzazione, per aiutare a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni del 55% entro il 2030. Ogni membro ha definito la propria strategia, riducendo le emissioni e offrendo prodotti e servizi sostenibili ai clienti.

La collaborazione dell’Alleanza si svilupperà su sei campi: nei sistemi energetici per promuovere la produzione di energia rinnovabile e la modernizzazione delle reti; nella mobilità e trasporto occorre ampliare l’infrastruttura di ricarica dei veicoli elettrici ed intensificare la spedizione di merci a basse emissioni di carbonio; occorre incentivare la produzione a impatto zero; sul fronte edifici e ambienti urbani ocorre incentivare gli uffici a emissioni zero e la pianificazione urbana sostenibile; per i nuovi modelli di business il focus è sul tracciamento del carbonio con le tecnologie digitali nella catena di fornitura; il campo della finanza sostenibile offrirà nuove opportunità.

I membri promuovono anche il più largo consenso pubblico verso un futuro a zero emissioni di carbonio, sostenendo un contratto sociale, intensificando il dialogo fra privato, pubblico e società civile, sollecitando i leader politici a creare il supporto politico e gli incentivi necessari.

La CEO Alliance è convinta che decarbonizzazione e collaborazione cross-sector richiedano policy ambiziose e intersettoriali, ad esempio la determinazione del prezzo minimo del carbonio nel sistema di scambio di quote di emissioni dell’UE, una riforma del sistema di tassazione dell’energia e uno stimolo alla domanda di soluzioni sostenibili, innovative e digitali, tra l’altro utilizzando schemi di rinnovo, appalti pubblici e investimenti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Enel si unisce alla CEO Alliance: collaborazione cruciale per decarbon...