Enel ristruttura il portafoglio di obbligazioni ibride

(Teleborsa) – Enel S.p.A. ha lanciato con successo sul mercato europeo un’emissione multitranche di prestiti obbligazionari non convertibili subordinati ibridi denominati in euro, destinati ad investitori istituzionali e aventi una durata media di circa sette anni, per un ammontare complessivo pari a euro 1,250 miliardi. L’operazione ha raccolto adesioni per un importo superiore a 3 miliardi di euro.

Contestualmente, la società attiva nel settore dell’energia elettrica e del gas ha lanciato un’offerta di scambio volontaria non vincolante per il riacquisto del bond ibrido con scadenza 2075, per un importo massimo di 500 milioni di euro, in parte tramite la nuova emissione e in parte tramite cassa. 

Enel ha lanciato inoltre un’offerta volontaria non vincolante per il riacquisto del bond ibrido con scadenza 2074 tramite cassa.

Le operazioni sono in linea con la strategia finanziaria del Gruppo delineata nel Piano Strategico 2018-2020, che prevede il rifinanziamento di 10 miliardi di euro al 2020 anche attraverso l’emissione di bond ibridi.

Enel ristruttura il portafoglio di obbligazioni ibride