Enel punta sulla banda larga

(Teleborsa) – La banda larga rappresenta “un’opportunità chiave” per lo sviluppo di Enel. E’ quanto ha sottolineato l’amministratore delegato del gruppo energetico, Francesco Starace, durante la presentazione a Londra del piano industriale al 2019 alla comunità finanziaria che prevede anche l’integrazione con Enel Green Power.

“Abbiamo identificato la connettività ultrabroadband come una delle opportunità chiave di sviluppo della società – ha spiegato il top manager – basata sul valore di avere una rete molto estesa e diversificata nel Paese”. Starace ha tuttavia precisato che “lo sviluppo della banda larga non è parte del piano” spiegando che se ne riparlerà l’anno prossimo, ma “abbiamo recentemente creato una newco per supportare lo sviluppo di questo business che sarà aperta a tutte le parti interessate”. E “l’esperienza in Italia potrà essere estesa in tutti i paesi dove siamo presenti”.

Starace ha anche fatto sapere che Enel prevede la riduzione del 14% della sua forza lavoro, in tutto il mondo, entro il 2019, con un taglio del personale per prepensionamenti di 9.200 unità. In Italia, ha precisato l’Ad, i prepensionamenti saranno 6.000 a fronte dei quali ci saranno 2.000 assunzioni. Nel mondo le nuove assunzioni saranno 4.500.

Enel punta sulla banda larga