Enel, OPA parziale da 1,2 miliardi sul 10% di Enel Americas

(Teleborsa) – Enel, nell’ambito della già annunciata operazione di riorganizzazione societaria che ha lo scopo di integrare le attività rinnovabili non convenzionali del Gruppo Enel in Centro e Sud America (escluso il Cile) nella controllata quotata cilena Enel Américas, ha lanciato una offerta pubblica di acquisto volontaria parziale sulle azioni ordinarie e sulle American Depositary Shares (ADS) di Enel Américas, fino a un massimo di 7.608.631.104azioni, pari al 10% dell’attuale capitale.

L’OPA, annunciata il 17 dicembre 2020, è condizionata all’efficacia della fusione per incorporazione di EGP Américas S.p.A. in Enel Américas, prevista per il primo aprile 2021, e “rappresenta un’opportunità per gli azionisti di minoranza che intendono ridurre la propria partecipazione in Enel Américas a seguito del completamento della fusione”, sottolinea la società.

Il periodo d’offerta si concluderà il 13 aprile 2021 e il corrispettivo complessivo massimo, ipotizzando un’adesione integrale all’OPA, è di circa 1.065,2 miliardi di pesos cileni (pari a circa 1,2 miliardi di euro) e sarà finanziato dai flussi di cassa della gestione corrente e dalla capacità di indebitamento esistente.

L’OPA si articola: in un’offerta pubblica di acquisto volontaria negli USA per le azioni detenute da US persons per 140 pesos cileni per azione in denaro, e le ADS, da chiunque detenute, ovunque si trovi il possessore, per 7.000 pesos cileni per ADS in denaro, con corrispettivo pagabile in dollari; e in un’offerta pubblica di acquisto volontaria in Cile per le azioni ad un prezzo di 140pesos cileni per azione in denaro, pagabile in pesos cileni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Enel, OPA parziale da 1,2 miliardi sul 10% di Enel Americas